Pallavolo Montalto Dora

E’ stata la vittoria della determinazione e del riscatto………..

24 Febbraio 2014

Ebbene sì, queste sono stati i motivi fondamentali per spiegare la vittoria di sabato in casa del Cusio. Fondamentale è stata la determinazione con la quale è scesa in campo nel secondo set, e nei set successivi, la nostra squadra dopo aver perso malamente il primo set. In questa bella fase di gioco, grande merito per la vittoria finale va attribuito alle prestazioni delle due centrali, sia in attacco che a muro, riscattando ampiamente l’opaca prestazione fornita nella partita precedente. Adesso il discorso play off è stato riaperto, la classifica ci vede al 5° posto con 2 punti dal 3° e 1 dal quarto, a dieci partite dalla fine, non possiamo e soprattutto non dobbiamo non provarci, anche perchè ci troviamo in questa situazione principalmente per il grande impegno e sudore versato in questi mesi, e sarebbe di conseguenza un peccato vanificare tutti gli sforzi effettuati. Occorre comunque sottolineare che la società al completo si ritiene comunque molto soddisfatta della classifica, ma soprattutto del comportamento tenuto da queste ragazze, pertanto il raggiungere i play off sarebbe solo la classica ciliegina sulla torta, già sfornata con la salvezza ormai raggiunta, ricordo, obiettivo primario della società ad inizio stagione, quando la composizione della squadra era ancora in altomare. Sento circolare voci che la formazione dello scorso anno era tecnicamente più forte, può darsi che abbiano ragione, io non sono un tecnico, quindi mi fido di tutti i tecnici che ci sono in giro, però di una cosa sono certo, la squadra di quest’anno ha un cuore, un rispetto dei ruoli e un coinvolgimento all’interno che quella dell’anno scorso si sognava, in questa squadra, al momento non c’è nessuno che gioca per dimostrare di essere la prima donna e lo dimostra il fatto che nessuna di loro si atteggia a prima donna, anche chi ha avuto successi personali e di squadra che potrebbero giustificare tali atteggiamenti. Questo è il segreto di una squadra vera, anche perchè all’interno della stessa le gerarchie si conoscono e si riconoscono, e di conseguenza vengono accettate, ma senza ostentare alcun atteggiamento di superiorità, che avrebbe il solo scopo di creare invidie molto utili allo sfracellamento, film già visto nel recente passato.

Sicuro è che questo atteggiamento tenuto in prima squadra è altamente istruttivo per le ragazzine che si allenano con loro e anche per le altre che non sono ancora pronte per il salto, vorrei vedere con quale coraggio una ragazzina, che sta imparando con degli esempi così quotidiani, potrebbe sentirsi e/o atteggiarsi da prima donna nella sua squadra giovanile, e questo rende la crescita nelle varie giovanili in serenità, con addirittura la gioia della squadra completa se qualche individualità spicca in qualche modo, (esordio in D, convocazioni inselezione, interessam.di altre società, ecc.), e non l’invidia che brucia e distrugge tutto.

Scrivo queste “pillole di saggezza”, perchè a diffrenza di eventi e avvenimenti vissuti, anche direttamente in questi anni passati, vedo che l’atteggiamento attuale, tranne qualche raro caso, ancora esistente, stà migliorando notevolmente, come stanno migliorando le prestazioni delle squadre, che hanno capito cosa vuol dire essere una squadra.

L’Under 14 l’ha sicuramente capito, queste ragazzine terribili ieri ci hanno dato una grande gioia vincendo in casa del Pinerolo, una partita difficilissima, ma fondamentale per la corsa alla fase regionale, ora se non ho sbagliato i calcoli siamo di sicuro nelle prime dodici su 64 squadre della provincia, unica Canavesana ancora in griglia, e già questo sarebbe un gran successo, però, ragazzine provate a darci ancora una gioia. Certamente il capire di essere un elemento della squadra e l’importanza di essere una squadra, può portare in determinate situazioni a scelte difficili, sacrificando un qualcosa a cui si teneva tanto, ebbene il riuscire a mettere la squadra davanti alle esigenze personali, è un segno di grande maturità e attaccamento ai colori che sicuramente avrà prodotto e produrrà ottimi risultati.

Forza ragazze portateci il più lontano possibile, noi ci crediamo………….

Delle altre squadre impegnate nel fine settimana, occorre rilevare che è finita la corsa all’oro sia per l’under 18, al primo turno contro il Valsusa, in una partita tutt’altro che impossibile da vincere, e persa per 3 a 2, che per l’under 16 Blu, sconfitta al terzo turno del tabellone dalla superba squadra dell’Union Volley, ottimo comunque il comportamento e i risultati ottenuti da questa squadra, al primo anno in u/16, quindi giocando con ragazze di almeno un anno più vecchie, ma un altr’anno le più vecchie saremo noi e allora “VAMOS…………”

Delle altre squadre, non ho notizie, se mi arriveranno i pezzi relativi li pubblicheremo. Buona settimana e Buon Carnevale a tutti.

Ciao Il Bidello